Category Archives: post in italiano

Appuntamento alla casa stregata

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

Halloween si avvicina e non sapete quale lettura proporre ai ragazzini troppo grandi per gli albi illustrati ma non ancora in grado di padroneggiare la lingua francese?

Sappiate che i fumetti sono un’ottima soluzione: sono accattivanti, ma decisamente più facili da leggere di un romanzo e, buono a sapersi, se ne trovano oggi per tutti i gusti e tutte le età!

109-rue-des-Soupirs-cover“109 rue des Soupirs”, per esempio, è una lettura pensata per i ragazzini di 7-12 anni e sarà perfetta per Halloween!

Il primo volume è stato pubblicato a settembre da Casterman ed il suo titolo, “Fantômes à domicile”, ci  immerge subito nell’atmosfera.

La storia è ambientata nella cittadina di Belle-en-joie, dove tutto è rassicurante, tutto tranne la casa che si trova al 109 rue des Soupirs!

Quando Elliot vi si trasferisce con i suoi genitori, scopre ben presto che la casa è infestata da strani abitanti! Abbandonato al suo destino dai genitori, troppo occupati dal lavoro, Elliot diventa amico dei fantasmi che abitano la casa. Ma un giorno arriva un’inquietante governante…

 

Scritto da Mr Tan (alias Antoine Dole) e illustrato da Yomgui Dumont, questo fumetto ha un inizio sufficientemente accattivante per attirare l’attenzione dei giovani lettori ed un testo abbastanza semplice per essere compreso da chi studia francese come lingua straniera.

Da provare soli o in gruppo, in una notte di luna piena!

 

Tutti poliglotti!

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

Oggi sono sempre di più i bambini che vivono in un universo plurilingue: alcuni parlano una lingua a scuola e una a casa, altri parlano una lingua straniera con la loro babysitter, i loro insegnanti o i loro nonni… Alcuni genitori desiderano semplicemente introdurre una seconda lingua a casa per aiutare i loro bambini ad aprirsi a nuove culture.

maîtresse5-6mio

© Chris Di Giacomo, “La maîtresse dit hello”

Il 26 settembre si festeggia la Giornata Europea delle Lingue: è un’ottima occasione per le famiglie e le scuole di celebrare la ricchezza culturale e linguistica dell’Europa! Sono previsti un po’ ovunque dibattiti, letture e attività. Se desiderate informarvi sugli eventi organizzati vicino a voi, andate a dare un’occhiata al sito ufficiale: troverete tutto il programma!

EDL-postcard-ITLeggere libri, in classe o a casa, è un fantastico metodo per avvivinarsi a nuove lingue. In questa occasione, un libro multi-lingue sarà particolarmente apprezzato! Abbiamo recentemente avuto l’occasione di scoprire minipoliglotini, un editore di libri plurilingue che ha lo scopo di favorire l’apprendimento precoce delle lingue attraverso la lettura e i giochi didattici.

Il logo dell’editore rappresenta infatti cinque libri di cinque colori diversi  (uno per ogni lingua), che insieme formano una mongolfiera: la mongolfiera fa volare due bambini, sulle ali della conoscenza. Una visione più globale del mondo è in effetti uno dei vantaggi delle persone poliglotte.

mp-big-EN

Minipoliglotini ha pubblicato finora tre libri: “My Dog”, “Aloha Kaimana” e “The Fairytale of Luna”. La particolarità di questi libri è che sia la storia  che le attività sono scritte in più lingue: “The Fairytale of Luna”, per esempio, è pubblicata nelle versioni sloveno/italiano/inglese, sloveno/tedesco/inglese, italiano/tedesco/inglese e francese/tedesco/inglese.

 

Ogni storia ha anche delle attività, dei dizionari plurilingua, dei consigli per genitori ed insegnanti…

 

E quando la storia è finita, le pagine si trasformano in gioco da tavolo per una divertente partita in famiglia o tra amici!

Luna-booardgame

© Mojca Stubelj Ars

“The Fairytale of Luna” offre anche un laboratorio pratico: ci si puo’ cimentare a creare la bambola di pezza di Luna! Seguite le istruzioni!

Luna-puppet

© Mojca Stubelj Ars

E se vi chiedete chi ci sia dietro a questo bellissimo progetto, andate ad incontrare Mojca Stubelj Ars sulla sua pagina!

Mojca.jpg

© Mojca Stubelj Ars

 

E se i pesci scomparissero?

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

In quest’ultima metà di agosto, approfittiamo ancora un po’ dell’estate per goderci il sole, andare in spiaggia, esplorare il mare e i suoi abitanti. I bambini hanno sicuramente visto i pesci nel loro piatto, ma li hanno mai incontrati nel loro habitat naturale? Si sono mai fatti delle domande sull’importanza della fauna marina?

E se i pesci scomparissero? Cosa succederebbe?

È  la domanda che si fa Faustine Brunet  nel suo libro “Les poissons ont disparu?”, pubblicato dalla casa editrice Blue Dot,  una storia immaginata per sensibilizzare i bambini alla protezione ambientale.

48P_POISSONS.indd

Un giorno, una bambina si alza e sente una notizia assurda: i pesci sono scomparsi! Incredula, parte alla ricerca di una soluzione.

 

Il libro è stato pubblicato in collaborazione con Bloom, un’associazione fondata nel 2005 da Claire Nouvian, giornalista, scrittrice, produttrice, regista di documentari e militante ecologista francese, che ha ricevuto il Goldman Environmental Prize nel 2018. La sua associazione ha come scopo la protezione degli oceani e delle specie marine e l’incentivazione della pesca e dell’acquacoltura sostenibili. Bloom è impegnata anche in azioni di sensibilizzazione, educazione e mediazione scientifica e in un programma di ricerca scientifica indipendente.

L’associazione Bloom ha permesso di dare una dimensione scientifica all’opera: alla fine del libro ci sono una pagina doppia che spiega la situazione attuale degli oceani e dei giochi per scoprire il mondo marino.

Per capire meglio come è nato questo bel progetto, vi invito ad ascoltare questa intervista a Faustine Brunet:

Un’altra notevole qualità del libro è il suo testo bilingue francese e inglese: questo non solo lo rende fruibile a lettori francofoni ed anglofoni, ma ne fa anche uno strumento perfetto per le lezioni di lingua straniera.

Mentre si sfoglia il libro, si puo’ ascoltare il testo in francese e in inglese a questo link.

Sono tante dunque le ragioni per immergersi nella lettura di questo bel album!

60920ba1fb28efbda71bf91b941633

In partenza!

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

Le vacanze estive sono spesso l’occasione per partire alla scoperta di nuovi posti, nuove culture e nuove lingue. Viaggiare con dei bambini non è facile, ma si puo’ preparare la partenza con l’aiuto di guide, carte geografiche e letture adeguate.

Per quanto riguarda le carte geografiche, vi abbiamo già parlato del libro “Maps”, per le guide turistiche, la casa editrice Bonhomme de chemin pubblica da alcuni anni delle guide concepite per i bambini: Londra, Parigi, Bretagna, Inghilterra, Spagna, Portogallo, Grecia, Italia, New York, Marocco… ecco alcune delle destinazioni disponibili. Ogni guida è ricca di informazioni e di giochi sulla destinazione proposta.

SELRES_4bd51f4b-a6e5-4ede-a9de-a5fda58906bdSELRES_4bd51f4b-a6e5-4ede-a9de-a5fda58906bd

Alcune guide hanno anche la versione in inglese!

 

Per le letture, potete ispirarvi alle nostre proposte: Londra, Parigi, Milano, l’Artico, la foresta tropicaleil grande nord e persino la luna!

Per invitare a viaggiare anche chi resta a casa, vi proponiamo questa storia, creata su  storybird. Potete ritrovarla anche su storybird a questo link.

Sono disponibili anche una versione in francese e una in italiano.

Voyage

Partiamo

Buon viaggio!

 

Partenza per la Luna!

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

apollo_50th_full_color_72dpiIl 20 luglio si festeggia il 50° anniveresario dello sbarco sulla Luna: è un evento importante da preparare con letture appropriate! Leggere libri in lingua straniera aiuterà i bambini non soltanto a documentarsi su questa importante tappa della conquista dello spazio, ma anche ad arricchire il proprio vocabolario. Gli albi che vi consigliamo saranno perfetti per una lettura estiva in famiglia come per una lezione di CLIL al rientro a scuola.

Vi abbiamo già parlato della Luna, ma in un contesto molto più poetico e meno scientifico: “A Moon Of My Own” di Jennifer Rustgi ci racconta la storia di una bambina che, nei suoi spostamenti, ritrova sempre il suo fedele compagno, la Luna. Questo bellissimo albo è stato selezionato per essere spedito nello spazio e letto dagli astronauti della stazione spaziale internazionale! Ecco la sua emozionante lettura dallo spazio:

Abbiamo già esplorato il sistema solare in compagnia di scienziati un po’ particolari nel libro “Silly Scientists Take a Peeky at The Solar System”. Adesso è ora di partire per la Luna!

MaxGoesToTheMoon-cover“Max Goes to The Moon”, scritto dall’astronomo Jeffrey Bennet e illustrato da Alan Okamoto, racconta le avventure di un cane spedito sulla Luna con degli astronauti. Il libro è stato selezionato per essere spedito nella stazione spaziale internazionale. Troverete la sua lettura dallo spazio a questo link.

OnTheMoon-cover“On The Moon”, scritto da Anna Milbourne e illustrato da Benji Davies (edizioni Usborne) porta il lettore in un viaggio dalla Terra alla Luna per scoprire l’emozione dell’esplorazione spaziale. Unisce le illustrazioni alle fotografie conferendo all’opera un vero carattere scientifico.

Sempre della Usborne, troverete un mini ebook gratuito per apprendisti astronauti, “The Free Mini Astronaut’s Handbook” a questo link.

TheUsborneMiniAstronaut'sHandbook-cover

DestinationMoon-coverPer i bambini che hanno già un buon livello di inglese, “Destination Moon” di Seymour Simon è appena uscito da HarperCollins. Si tratta di un libro a carattere scientifico con un testo abbastanza complesso che racconta lo sbarco sulla Luna con ricchezza di dettagli e di immagini.

DestinationMoon-inside

Pop-up-lune-coverPer i piccoli francofoni, “Pop-up Lune” di Anne Jankéliowitch e Olivier Charbonnel, illustrato da Annabelle Buxton (éd. De La martinière 2018) è un albo pop-up che saprà coinvolgere i bambini in una appassionante lettura.

Ecco il “book trailer” ufficiale:

Per maggiori informazioni a carattere scientifico, vi rimandiamo al sito della NASA. In particolare, i piccoli scienziati scopriranno la storia del programma “Apollo” a questo link. Se cercate attività riguardanti lo sbarco sulla Luna, la NASA ha preparato un libro di attività per i 5-12 anni.

Buon viaggio!

edu_srch_forward_to_the_moon_with_artemis

atelierstorytime compie sei anni!

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

cake

art © Molly Allen

Eccoci già al nostro sesto compleanno! Dal 12 maggio 2013, atelierstorytime ha pubblicato decine di articoli  sull’insegnamento delle lingue a bambini e ragazzi con il metodo dello storytelling: recensioni di libri, esempi di attività di comprensione, notizie dal mondo dell’editoria…

Siete in molti a seguirci da ogni parte del mondo! Grazie a tutti!

stats-may2019

Per conoscere il metodo di atelierstorytime, potete consultare la rubrica “il metodo atelierstorytime™“. Per leggere le recensioni dei libri, andate nella categoria “libri/books“. Per le letture online dei libri, andate su “stories online“.

Per festeggiare l’evento, ho preparato la lettura online di un libro che ho creato su storybird. Si intitola “The Magic of Reading” ed è un testo che celebra la magia della lettura, perché atelierstorytime incoraggia la lettura in tutte le lingue e ad ogni età! Per leggere altre storie pubblicate da atelierstorytime su storybird cliccate questo link.

friends

illustrations © Molly Allen from “Much Too Much”, written by Jennifer Rustgi

Se volete saperne di più sul libro “Much Too Much” da cui sono prese le due illustrazioni pubblicate in questo post, ne troverete la recensione qui.

Una piuma per il nostro pianeta

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

Il 22 aprile è Earth Day, una manifestazione creata nel 1970 e di cui vi abbiamo già parlato in un articolo. Per sapere a che punto siamo oggi, vi propongo di guardare questo video creato per il suo 49 anniversario:

Per questa occasione, dal 2017, Julian Lennon ha deciso di pubblicare una trilogia di libri per bambini dedicati al nostro pianeta: “Touch The Earth”, uscito nell’aprile 2017, “Heal The Earth”, uscito nell’aprile 2018 e l’ultimo, appena pubblicato, “Love The Earth”.

Musicista e sensibile alle cause ambientali, Julian Lennon aveva già scritto nel 1991 la canzone “Salt Water”, di cui vi proponiamo il video:

Ma come è venuta al figlio di John Lennon l’idea di scrivere dei libri per bambini? Ce lo spiega in questa intervista televisiva:

I tre libri intendono sensibilizzare i bambini all’importanza di preservare il nostro pianeta portandoli a fare dei viaggi durante i quali avranno modo di scoprire luoghi da preservare, animali in pericolo e persone da aiutare, per esempio per la mancanza di acqua o di strutture sanitarie.

Ogni libro è concepito come un vero viaggio. I lettori sono invitati a guardare un atlante e a transformare una piuma bianca in aereo. Ecco quanto è scritto nelle prime pagine di “Touch The Earth”:

“We live on planet earth. Gently touch the earth. Now touch where you live.”

“Our planet needs your help. Would you like to go on a helping adventure?”

“Shake the book to make it change into the magic White Feather Flier”

“Press the fly button and tilt the book up.”

Si tratta quindi di libri interattivi, che i bambini trovano di solito molto divertenti, stupiti che un libro chieda loro di “fare delle cose” per poter avanzare nella lettura.

love-the-earth-inside2

From “Love The Earth” © Julian Lennon

Alla fine di ciascun libro, troverete anche un messaggio personale dell’autore, nel quale spiega come mai ha scelto una piuma bianca come punto di partenza dei suoi libri e come simbolo della sua organizzazione no-profit, The White Feather Foundation:

TouchTheEarth-inside-message

Una parte del ricavato delle vendite viene devoluto a questa organizzazione umanitaria.

Alla fine di ogni libro c’è un poema, scritto da Julian Lennon per questa occasione. Ecco, per esempio, quello di “Heal The Earth”:

29350547-0-Poem-Graphic

Leggere i poemi con i bambini è un eccellente modo di insegnar loro non solo un po’ di lessico, ma anche i suoni della lingua inglese, facendo appunto attenzione alle parole che rimano.

“Touch the Earth”, “Heal The Earth” e “Love The Earth” saranno anche molto utili in classe di CLIL (Content and Language Integrated Learning), dato che permettono di introdurre degli argomenti di scienze e di geografia nelle lezioni di inglese lingua straniera.

Allora siete pronti a salire a bordo del White Feather Flier?

 

Yoga story time!

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

L’abbiamo sempre detto: il primo criterio di scelta di un libro in lingua straniera è che il suo argomento interessi ai bambini a cui si vuole proporlo. In secondo luogo bisogna che il  linguaggio sia adatto al loro livello di conoscenza della lingua straniera et che le immagini possano aiutarli nella comprensione della storia.

Se il libro puo’ essere uno spunto per proporre attività sia ludiche che efficaci, il gioco è fatto! Per questo abbiamo creato gli “yoga story times”, dei laboratori di lettura di libri incentrati sullo yoga, seguiti da una pratica di yoga adatta ai bambini.

Nell’articolo “Learn English with yoga” abbiamo già spiegato come insegnare una lingua straniera attraverso la pratica di una disciplina come lo yoga. Abbiamo testato la formula lettura + pratica di yoga durante diversi “yoga story times” ed il risultato è stato straordinario! Ecco il video di uno dei nostri yoga story time, con Melissa Hatton, insegnante di yoga certificata RYT.

Fino ad ora i nostri laboratori sono stati ispirati dalla serie di Susan Verde (troverete le critiche dei suoi libri qui e qui) e Peter H. Reynolds (il nostro post su “The Dot” qui) “I Am Yoga”, “I Am Peace” e “I Am Human”, a cui seguirà presto “I Am Love”, che sarà pubblicato in autunno.

IMG_0761

Attraverso un linguaggio semplice e magnifiche illustrazioni, questi libri sono una fonte d’ispirazione perfetta per dei laboratori di inglese lingua straniera!

Per sapere quando e dove avrà luogo il prossimo “yoga story time”, appuntamento nella rubrica “news” o sulla nostra pagina facebook, nella rubrica eventi.

yoga story times-cartello

Un Natale da cani?

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

DoggyClaus-coverNon è mai troppo tardi per un’ultima storia di Natale! Per rallegrare le feste di fine anno, vi propongo una divertente storia bilingue in inglese e spagnolo, adatta sia a bambini anglofoni e ispanofoni, sia a bambini che imparano l’inglese e lo spagnolo come lingue straniere.

Si tratta di “Doggy Claus”, scritta da Derek Taylor Kent e illustrata da Linx Animation Studios. Presentata come una “bilingual holiday tale“, è la storia di un cane che desidera che anche gli animali ricevano dei doni per Natale. Quando viene scelto da Babbo Natale per fare il suo assistente, Jingle gli rivolge la delicata domanda…

DoggyClaus-12

© Derek Taylor Kent and Linx Animation Studios

Riuscirà a portare i regali ai suoi amici in tempo per Natale? Lo scoprirete leggendo la storia!

Se desiderate saperne di più sull’autore, gli abbiamo già dedicato dei post, in occasione della pubblicazione del suo primo libro bilingue, “El Perro con Sombrero” e per il divertente albo “Counting Sea Life with Little Seahorse”.

DoggyClaus-backcover

Happy Holidays! ¡Felices Fiestas!

 

The Christmas Wish

Pour lire l’article en français, cliquez ici.

TheChristmasWish-coverPer festeggiare Natale, quest’anno vi propongo un libro speciale, “The Christmas Wish”, scritto da Lori Evert e illustrato con le magnifiche fotografie di Per Breiehagen. La storia di questo albo è piuttosto curiosa: Lori e Per, marito e moglie nella vita, vestendo la loro figlia Anja con un costume tradizionale norvegese, hanno creato una storia magica che si svolge nella Norvegia del XVIII secolo. Anja sogna di diventare un elfo di Babbo Natale, quindi parte alla sua ricerca verso il lontano Polo Nord. Sul suo cammino incontra degli amici: un uccellino, un cavallo, un bue muschiato, un orso e una renna. La aiuteranno a realizzare il suo sogno.

Ecco il trailer del libro:

Le immagini sono talmente belle che si ha l’impressione di trovarsi in quell’universo fantastico!

Per aiutare i bambini a riconoscere dove si trovano la Norvegia e il Polo Nord, aiutatevi con una mappa, come quelle che si trovano nel libro “Maps”.

Il lessico del libro è molto ricco. Per i principianti di inglese, è possibile semplificare il testo mentre lo si legge, oppure soffermarsi solo sui passaggi più significativi. Le immagini aiuteranno nella comprensione della storia. Per fissare il nuovo lessico, si puo’ proporre un “pictionary” ispirato al libro, come quello che ho creato:

TheChristmasWish-pictionaryUn’altra attività da proporre in classe, è scrivere una lettera di motivazione per diventare un elfo di Babbo Natale. Per i bambini che non sono ancora in grado di scrivere frasi complete in inglese, si puo’ proporre un questionario in cui barrare “yes” o “no”. Per esempio si puo’ chiedere loro: Do you like working in a team? Are you a good observer? Are you afraid of flying?

Abbiamo testato tutte queste attività durante un magico Christmas story time e hanno funzionato molto bene: i bambini erano incantati!

This slideshow requires JavaScript.

Se avete apprezzato “The Christmas Wish”, gli autori hanno creato una serie intera: “The Reindeer Wish”, “The Polar Bear Wish”, “The Brave Little Puppy”, “The Puppy’s Wish”, “Tiny Wish”. Troverete maggiori informazioni sul sito della serie.

THE WISHBOOKS 2018_3.5

English House ABC

sharing educational activities for kids & young learners & primary ESL students

bee & barlie's books

English Children's Books: Writing for other Expat families

The Little English Library

supporting young English Speakers & Learners in the Netherlands

Oxford University Press

English Language Teaching Global Blog

i libri di Camilla

libri per andare lontano

Susan Verde

learning languages through stories

marthamansstudio

Blog about the art and projects of Martha Mans

Camelozampablog

Il blog di Camelozampa

International Book Giving Day 2020

#bookgivingday 14th February 2020

Children's Books Heal

Always remember that you are absolutely unique. Just like everyone else. -- Margaret Mead

Picture This! Teaching with Picture Books

Focusing on the Six Traits of Writing, Reading Strategies, Motivation, and Nonfiction

Through the Looking Glass Book Review

learning languages through stories